Cose da fare a Napoli

Napoli compare spesso sui giornali per le ragioni sbagliate, essendo la città vittima della criminalità organizzata e teatro di furti diffusi. Scoraggiarsi per via delle controversie sarebbe comunque un errore, poichè dietro il caos apparente esiste una splendida città con castelli spettacolari, cucina da acquolina in bocca e cultura incantevole. Costruita alle pendici del monte Vesuvio, con vista sul golfo di Napoli, la città ha già sufficienti attrattive geografiche da richiamare l’attenzione del turista, mentre le vicine località di Capri e la Costiera Amalfitana sono pronte ad essere visitate per una gita fuori porta.

In questo articolo introdurremo le bellezze e ciò che di meglio c’è da fare a Napoli, dalla degustazione della più autentica delle pizze fino a rimanere a bocca aperta di fronte alle rovine archeologiche. Per essere il più flessibili possibile durante questo viaggio, raccomandiamo di noleggiare un’auto con, che offre tariffe molto vantaggiose.

napoli_1

 

Cammina a spasso nel tempo e goditi il panorama

Con una storia di oltre 2,400 anni, Napoli ha visto diverse civilità nascere e morire, dai Romani ai Borboni fino ai Normanni passando per il periodo di imperialismo spagnolo. Il risultato è una città che è un miscuglio di luoghi e sapori.

Il Centro Storico è costellato di musei e chiese, la più rilevante delle quali è senza dubbio la cappella di Sansevero, ornata di marmi dai colori chiari e spettacolari sculture barocche. Subito dopo, puoi scoprire l’evoluzione del sottosuolo della città, con Napoli, un tour che ti porterà 40 metri sotto terra, attraverso un antico acquedotto greco, le rovine di un teatro romano e rifugi antibomba della seconda guerra mondiale. Infine, recati alla Chiesa e  per una passeggiata tra gli splendidi chiostri che culmina con la visita ad una meravigliosa fontana barocca squisitamente scolpita.

napoli_2

Abbuffati di pizza.

Per i napoletani, la pizza al di fuori delle mura della città non è che una pallida imitazione. Non aspettarti altro che la mozzarella più fresca, basilico e pomodoro per un piatto semplice ma sontuoso. Viene cotta in appena 90 secondi in un forno a legna ad altissima temperatura, in modo che raggiunga una croccantezza ineguagliabile.

Sorbillo, nel centro della città, vanta una ricetta passata di generazione in generazione, con il celebre fondatore Gino che ora veste il ruolo di ambasciatore globale della pizza napoletana nel mondo. In alternativa, l’incredibilmente popolare 50 Kalò richiama orde di affamati autoctoni grazie alla sua leggera e semplice interpretazione del piatto tipico, ed è certamente degno di una visita. Gli animi più coraggiosi vorranno provare La Figlia Del Presidente, l’opzione più pesante, ovvero pizza fritta con provola affumicata, ricotta e pancetta!

Viaggio lungo la costiera Amalfitana

napoli_3

Ad appena un’ora di guida dalla città, Amalfi, col suo aspetto da cartolina, è una festa per gli occhi ed attrae visitatori da sempre.

Positano è la prima fermata, con strade ripide e panorami vertiginosi che non mancheranno di impressionare. Posizionata in una posizione naturalmente mozzafiato, Positano, è senza dubbio la destinazione più popolare della costiera. La strada litoranea, a picco sul Tirreno, offre un incredibile panorama che merita di essere immortalato.

Amalfi è la fermata successiva, dove è possibile scalare i 62 gradini che portano alla splendida cattedrale ed ammirare l’architettura di questa antica repubblica marinara. Concludi la giornata al tramonto da villa Cimbrone, sulla sua, appropriatamente nominata, Terrazza dell’infinito a Ravello.

Ritiro a Capri

napoli_4

Se ancora non ti bastasse, prendi il traghetto che ti porterà sulla meravigliosa isola di Capri, ad appena qualche chilometro dalla penisola di Sorrento. Le serpeggianti stradine del borgo principale sono cariche di fascino, e potrai gustare piatti succulenti e godere dell’incredibile panorama dalla Terrazza Brunella.

Non dimenticare lo splendido Arco Naturale, una gigantesca roccia ad arco, così formata a causa dei milioni di anni di influsso delle maree. La roccia non parrebbe fuori posto sul set di Jurassic Park. Segui poi il percorso a piedi verso il Belvedere di Tragara per un ultimo incontro con il mare infinito, prima di tornare nel paese per una cena a base di pesce Da Tonino.

Faccia a faccia con il Vesuvio

napoli_5

Una gita di appena un giorno verso Pompei ed Ercolano è un obbligo per chi visitasse Napoli, ma chi si sentisse più attivo può scegliere di salire un gradino oltre e scalare gli oltre 1200 metri del Vesuvio.

Marcia fino alla vetta per un panorama completo della città e della costa, senza dimenticare di guardare nell’immenso cratere, ancora fumante, che ci ricorda che, seppur non vi sia stata un’eruzione dal 1944, è solo una questione di tempo. Non lasciarti scoraggiare, le autorità chiuderanno il parco qualora la situazione si dovesse scaldare.

Share:

Lascia un commento