Tramuntana Mountain Range

GUIDA CULTURALE DI MAIORCA

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInShare on StumbleUponShare on RedditEmail this to someone

In quanto isola balearica, Maiorca è spesso vista come una destinazione per tipi da spiaggia che vogliono godersi la vita e per festaioli in genere. Tuttavia, lontano dai resort più sfavillanti e dalle discoteche, troverai ricchi giacimenti di gemme culturali sia antiche che moderne, passando da architetture spettacolari a impressionanti possedimenti rurali ed appuntamenti eccitanti per tutto l’arco dell’anno. Per ottenere il massimo dalla tua esperienza, noleggia un’auto a Maiorca con easyCar.

Questo articolo ti introdurrà la storia dell’isola e punterà le luci su alcune attrazioni culturali da non perdere che potrai aggiungere al tuo itinerario.

LA STORIA DI MAIORCA

Come tante altre isole del Mediterraneo, Maiorca ha vissuto numerose variazioni dal punto di vista politico e religioso nel corso dei secoli, i quali hanno contribuito a modellare la cultura di oggi. Dopo un turbolento periodo di pirateria e commercio assai primitivo, i Romani salirono al potere nel 123 a.c. portando a secoli di dominio imperiale, le cui tracce possono ancora essere scovate tra le rovine dell’antica Pollentia e nel museo di storia municipale di Palma, situato nel ben conservato Castello di Bellver.

Il più importante periodo di dominazione successivo si ha con l’occupazione saracena del 902, ultimata con l’annessione dell’arcipelago balearico dopo 200 anni di attacchi. La gita panoramica al Castello di Alaro, nel cuore della catena montuosa della Tramuntana, offre uno scorcio sul periodo dei Mori e l’influenza che questi hanno avuto sul linguaggio e la mitologia locale, oltre che ad offrire panorami di rara bellezza del rigoglioso paesaggio circostante.

GUIDA CULTURALE DI MAIORCA

La conquista catalana del tredicesimo secolo è generalmente vista come l’inizio della storia moderna di Maiorca, con l’isola che conosce la sua “Epoca d’oro” sotto il dominio di Giacomo II, dal 1276 al 1344. Questo periodo, di relativa pace ed indipendenza, diede spazio per crescere all’economia, cultura ed agricoltura, portando alla costruzione di importanti luogi storici, come la cattedrale di La Seu, il casello di Bellvert ed il palazzo di Almudaina . Ognuno di questi costituisce una tappa immancabile per un tour dell’isola che si rispetti.

Dopo questo breve ma fiorente periodo seguirono secoli di guerra civile, caratterizzati dall’occupazione napoleonica prima e dal regime franchista dopo, fino al 1978, quando la costituzione democratica spagnola diede infine autonomia politica all’isola. Oggi, le miriadi di influenze storiche si uniscono in un affascinante cocktail di antico e moderno che si riflette nelle attrazioni proposte, il tutto immerso in un magnifico paesaggio naturale. Qui di seguito troverete una guida ad alcune delle più importanti gemme culturali dell’isola.

GUIDA CULTURALE DI MAIORCA

VISITA GALLERIE DI LIVELLO MONDIALE ED AMMIRA L’ARCHITETTURA

Palma è, comprensibilmente, la protagonista della scena artistica dell’isola, in quanto città principale, e vanta una moltitudine di incantevoli gallerie ed esibizioni per tutto l’arco dell’anno. Gli esperti di arte moderna non dovrebbero mancare di visitare il rinomato Museo Es Baulard per un’offerta notevole che va dalla fotografia all’arte arte audio-visiva e alla pittura. Se si desiderasse combinare architettura modernista con arte classica, ci si rechi all’esibizione del Caixa Forum di Palma, che ospita una mostra permanente di dipinti all’interno di un ex-Grand Hotel. Coloro i quali vogliano acquisire un senso del passato dell’isola non devono guardare oltre il Museu de Mallorca che offre una visione completa dell’affascinante e complessa storia dell’isola. Palma offre anche la scusa di poter ammirare l’iconica Can Forteza Rey, già scorgibile mentre ci si reca verso l’elegante Placa Major.

Se il tuo viaggio ti portasse più fuori porta, raccomandiamo il Museu Sa Bassa Blanca appena fuori dalla storica cittadina di Alcudia. Qui potrai unire il panorama rupestre alla scultura, immergendoti in un drammatico paesaggio montano con vista sul mare. Altrimenti recati all’Es Revellar Art Resort di Campos, che ospita una impressionante collezione di pezzi privati che non mancheranno di stimolare la tua curiosità.

GUIDA CULTURALE DI MAIORCA

ESPLORA LE TENUTE DI CAMPAGNA

Il sontuoso paesaggio naturale di Maiorca è certamente degno di un’escursione, grazie alla sua abbondanza di tenute da esplorare mentre si è in viaggio. Can Lis, vicino a Porto Petro è il luogo d’origine dell’architetto dell’Opera House di Sydney, Jørn Utzon. Questa villa unica nel suo genere unisce tecniche costruttive tradizionali di Maiorca con stili moderni, creando una struttura aperta che non mancherà di incantare, considerata anche la collocazione a picco sul mare.

Se l’interesse fosse più orientato verso il passato dell’isola, la Tenuta di Raixa, appena fuori Bunyola, è un meraviglioso esempio di villa in stile italiano del XVIII secolo, casa di generazioni di nobiltà Maiorchina.

GUIDA CULTURALE DI MAIORCA

GODITI GLI EVENTI E LA VITA NOTTURNA

Non soprende che un’isola dinamica come Maiorca sia luogo di eventi eccitanti. A partire dal Carnival primaverile, un evento che prepara all’alta stagione, mentre la Nit de Foc a Palma racchiude in sé lo spirito edonistico dell’isola, con fuochi e feste in strada a monopolizzare le vie della città. Più tardi, verso settembre, la più dimessa, sempre a Palma, Nit d’Art vede il centro storico della città trasformarsi in una gigante galleria d’arte, con esibizioni a costellare le strade cittadine.

Un’attrazione a carattere permanente è l’assai apprezzato Jazz Voyeur Club nel cuore della capitale, che offre ogni notte musica dal vivo in un ambiente garbato ed elegante.

Prenota a maiorca oggi

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInShare on StumbleUponShare on RedditEmail this to someone
Share:

Lascia un commento