Cose da fare ad Ibiza

Nonostante lo stereotipo, Ibiza non significa solo costante colonna sonora di musica disco fino all’alba. Nell’ultimo decennio l’isola ha costruito una solida reputazione come paradiso naturale, e lo ha fatto meritatamente.

La maggior parte di Ibiza si risveglia alla vista di un orizzonte blu, con le acque del mare e l’azzurro del cielo a fondersi tra loro. Gli alberi si avvinghiano alle pareti scoscese dei dirupi con vista sul mare, mentre qualche sparuto cactus punteggia il tappeto bianco e rosso dei fiori locali. Per quanto l’isola possa essere percorsa in auto da un capo all’altro in appena 45 minuti, vi è molto da esplorare. Noleggia un’auto con easyCar per scoprire gli angoli segreti di Ibiza.

 

Tuffati in acque patrimonio del mondo

L’attrattiva naturale di Ibiza sta nelle sue acque blu ed ipnotizzanti. La temperatura dell’acqua, durante l’estate, può raggiungere anche i 26 gradi, ed è irresistibile per i visitatori, siano essi esploratori a piedi o festaioli notturni.

ibiza2

I centri di immersione sono sparsi per tutta l’isola. Ad esempio l’Active Dive di San Antonio o il Diving Center di San Miguel. Lungo la costa le condizioni per tuffarsi sono ottime ma il cuore vero delle immersioni ad Ibiza è sul lato occidentale dell’isola, dove un gruppo di isolette forma quella che è la riserva naturale di Cala d’Hort. Qui si possono effettuare alcune delle più spettacolari immersioni del Mediterraneo, sia che si sia principianti o esperti. Il luogo offre qualcosa per tutti. Il parco nazionale di Las Salinas, più comunemente noto come il tavoliere salato, è un altra destinazione di assoluta bellezza che si espande da Ibiza per raggiungere la vicina isola di Formentera. Le alghe che crescono in questo luogo hanno ottenuto lo status di patrimonio mondiale dell’umanità.

 

Gli Hippy Markets ed un salto negli anni 60

Gli anni 60 furono il momento in cui Ibiza finì sotto i riflettori come destinazione di ricchi e famosi. I Beatles, I Rolling Stones e Bob Dylan furono qui in passato. Le radici culturali dell’isola sono soprattutto riscontrabili nei mercatini hippy, una volta punto di ritrovo degli abitanti più peculiari dell’isola – dai peluts (gli hippy dai capelli lunghi) a chi, sulla strada verso l’India, cercava di evitare la leva obbligatoria per il Vietnam. Oggi, questi mercati vendono borse, vestiti, arte e gioielli, il tutto condito da una pesante dose di nostalgia. Il mercato originale è l’Hippy Market Punta Ara bí, che si tiene ogni mercoledì per tutta la durata dell’estate. Gli hippy contemporanei si ritrovano anche al Las Dalias per il mercato notturno o a San Jordi, dove le mercanzie si vendono dal portabagagli dell’auto.

ibiza3

 

Cavalca nel canion di Horse Valley

Sul lato settentrionale dell’isola troviamo il parco naturale Es Murta. Qui, in un canyon di circa 30 ettari, cavalli selvaggi vivono in tranquillità, in un luogo nato originariamente per riabilitare cavalli maltrattati. Oggi è diventato anche un centro equestre ed una delle attrazioni più inusuali di Ibiza. Horse Valley offre escursioni a cavallo, di una durata che va dalle due ore all’intera giornata, ed è un ottimo modo per raggiungere angoli dell’isola altrimenti irraggiungibili. Completa la tua esperienza con immersioni, gite in barca o nuotate con i cavalli.

 

Esplora la Cueva Can Arca Caves  

Solo ad ibiza potevano agghindare una meraviglia naturale con luci stroboscopiche. Immergiti nelle caverne sotteranee di Cueva Can Arca a Puerto San Miguel e scopri stalagmiti, stalattiti e polle d’acqua incredibilmente ferma ed illuminata di verde. La caverna era un tempo utilizzata da contrabbandieri per nascondere la merce. Al centro della fitta rete di caverne si trova una cascata di 30 metri, che scorre accompagnata da musica ed uno show di luci.

ibiza4

 

Da una spiaggia all’altra in bici

Durante l’inverno, se Maiorca diventa la sede di allenamento della nazionale inglese di ciclismo, grazie alle condizioni perfette del luogo, Ibiza non fa differenza. Gli inverni miti e l’autunno dagli spettacolari colori attraggono ciclisti da tutto il mondo. L’isola è incrociata da moltissimi percorsi. Si può scegliere la romantica tratta litoranea o attraversare i numerosi villaggi. La stagione ciclistica ad Ibiza raggiunge il suo picco durante il mese di maggio, prima che le temperature comincino a salire eccessivamente. I ciclisti non scompaiono durante l’estate ma si fanno vivi all’alba, per sfruttare il più possibile le strade deserte e la temperatura più mite.

ibiza1

Delle 30 tratte per bici che l’isola offre, la 19 è la più iconica ed avvolge la parte nord dell’isola per 18 miglia. Con il vento tra i capelli, si può scorrere sull’asfalto reso caldo dal sole, passando maestosi declivi, onde spruzzate d’argento e la villa del famoso dj David Guetta. Prova a contattare Ibiza Travel per le mappe dei percorsi. Se non vuoi portare la tua bici con te, potrai affittarla da Kandani o Ibiza MTB.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *