Malaga landscape

MALAGA: GUIDA CULTURALE

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInShare on StumbleUponShare on RedditEmail this to someone

Malaga è l’ingresso della Costa del Sol. Ma la città offre più di resort turistici e spiagge assolate, essendo anche il luogo di nascita di Pablo Picasso.

MALAGA: GUIDA CULTURALE

Il giovane Picasso visse a Malaga i primi dieci anni della sua vita, dal 1881 al 1891. E’ qui che pronunciò le sue prime parole – “piz, piz!” (matita, matita!), secondo sua madre – ed è qui che cominciò il suo apprendimento come artista.

Fu Picasso stesso a richiedere che un museo sulla sua arte fosse costruito a Malaga, ma furono sua nuora e suo nipote che coordinarono l’apertura del Museo Picasso Malaga. Oggi, 233 delle opere di Picasso risiedono in questo museo, assieme ad altre 43 in prestito. Molto altro vi aspetta nella città, non un solo museo, ma è bene essere certi di noleggiare un’auto a Malaga con easyCar online prima di partire.

Il museo è diventato l’emblema dell’uomo che così tanto ha influito sulla scena artistica Europea. La collezione non dà solamente un’idea dell’incommensurabile talento dell’artista, ma comunica anche il senso politico delle sue opere – con particolare attenzione alle ingiustizie subite dalle minoranze sociali. Una serie di esibizioni temporanee offre uno sguardo più dettagliato sulla sua arte.MALAGA: GUIDA CULTURALE

L’eredità di Picasso è in prima linea per importanza quando si parla di rivoluzione culturale a Malaga. Preoccupata di scrollarsi di dosso la propria immagine kitsch, la città sta spendendo tempo e denaro per rinvigorire la propria scena artistica.

Nell’ultimo decennio, nuove gallerie hanno aperto le proprie porte – diversificando sul tema “Picasso” finora offerto dal luogo. CAC Malaga espone lavori di artisti internazionali di spessore come Damien Hirst, Louise Bourgeois ed Olafur Eliasson, lasciando anche spazio ad artisti spagnoli emergenti. Il museo Carmen Thyssem porta gli amanti dell’arte indietro nel tempo, offrendo in esposizione lavori predominantemente Andalusi del XIX secolo.

La Termica, aperta da soli due anni, si è velocemente evoluta in un centro progressista di cultura, forte di un formidabile programma di esibizioni, letture e performance. Microteatro Málaga è anch’esso promotore del clima artistico e contemporaneo che caratterizza la città. Lo spazio allestito unisce cocktail ad esibizioni alternative ed incisive, ed è diventato il punto di ritrovo dei giovani artisti locali. Conosciuta per i suoi talenti teatrali, Malaga ospita anche eventi di moda e workshop letterari.

Per indulgere nello spettacolo della cultura andalusa, è bene recarsi al Centro de Arte Flamenco Kelipe che ospita autentiche serate di Flamenco. Qui, ogni giovedì, venerdì e sabato, è possibile cenare e godersi lo show. Le ballerine sono un turbine di passione a ritmo di chitarra spagnola, e l’ambiente raccolto del locale significa che il pubblico può persino sentire le vibrazioni provenienti dal palco.

MALAGA: GUIDA CULTURALE

Il Clarence Jazz Club è un altro grande locale di musica dal vivo. Situato nella cattedrale e circondato di tapas bar, il club offre un eclettico programma fatto di jazz spagnolo ed internazionale, senza dimenticare il blues, sul palco dal mercoledì al sabato.

Oltre all’arte ed alla musica, Malaga possiede una ricca storia. E’ una delle più antiche città d’Europa. La sua posizione, sul confine europeo con l’Africa, significa che la città ha cambiato di mano svariate volte nell’arco dei secoli e la diatriba su di chi sia la città – cattolici, musulmani o antichi romani – è una battaglia rileggibile nell’architettura della città.

Chi visita può anche esplorare La Manquita, la cattedrale della città, costruita sulle fondamenta di una moschea nel XV secolo. La gente del posto la chiama affettuosamente “la monchetta”, perchè la torre meridionale non è mai stata completata.

Guardando la città dall’alto si notano tre importanti monumenti cittadini – il castello di Gibralfaro, l’Alcazaba ed il teatro Romano. L’Alcazaba è una fortezza tipica dell’Islam spagnolo. I visitatori affollano la Torre del Homenaje, roccaforte principale ed anche una delle 110 torri dell’Alcazaba. Il castello di Gibralfaro fu costruito come struttura di vedetta per difendere la città e divenne presto così simbolico che la popolazione cattolica residente nella struttura decise di usare il castello come simbolo del proprio blasone.

Visita il complesso al tramonto per soprendere la città avvolta in un bagliore dorato. Per visitare l’intero insieme di giardini, fontane e cortili dell’Alcazaba, segui il cammino che costeggia il muro del castello. Con il giusto tempismo, è possibile terminare la giornata cogliendo un’esibizione gratuita nel teatro romano.

Malaga offre molto in termini di attività. Assicurati di noleggiare un’auto con easyCar.

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInShare on StumbleUponShare on RedditEmail this to someone
Share:

Lascia un commento